Skip to content

Progetto di Collaborazione con il Centro Donna e Pari opportunità di Forlì

Progetto di Collaborazione con il Centro Donna e Pari opportunità di Forlì published on

Due diversi percorsi di attività culturali, distribuite lungo l’anno scolastico 2016/17, che mirano a sensibilizzare alle tematiche di genere un pubblico eterogeneo, in una prospettiva di tipo pedagogico-educativo.

La sensibilizzazione alle problematiche di genere riveste un’importanza cruciale in un contesto socioculturale come quello italiano, particolarmente “sfavorevole” dal punto di vista della consapevolezza dell’importanza dell’educazione al genere, alle pari opportunità e di un’azione contro la violenza sulle donne. In effetti, se da un lato si osserva un numero ancora insufficiente e poco capillare di iniziative di educazione al genere condotte nel contesto scolastico e più in generale culturale, dall’altro è in atto una campagna mediatica denigratoria, che accusa le attività di questo tipo di voler “cancellare le differenze” e scardinare la famiglia tradizionale, e le associa alla cosiddetta “teoria del gender”, la cui esistenza è stata smentita da ambienti autorevoli, sia laici che cattolici. A ciò va aggiunta una percezione errata delle problematiche di genere come una questione strettamente femminile, legata all’empowerment di bambine e ragazze, e la mancata presa in considerazione di tali tematiche e della necessità del sovvertimento degli stereotipi nel caso dei bambini e dei ragazzi. Infine, a fronte di un aumento drammatico delle vittime di femminicidio, manca la consapevolezza dell’importanza di un’azione di tipo culturale ed educativo fin dalla prima infanzia, che possa sradicare tali comportamenti in maniera ben più efficace rispetto alla minaccia di sanzioni o altre pene giudiziarie. Il progetto si inserisce nel contesto dei principi e degli obiettivi della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul del Consiglio d’Europa), contro la violenza sulle donne, la violenza domestica e la discriminazione, e in favore della concreta parità tra i sessi, approvata dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa il 7 aprile 2011. Ma si inserisce anche, da un punto di vista didattico ed educativo, nel sistema di valori e principi esposti nel comma 16 della legge 107 del 15/7/2015 (“La Buona Scuola”): educazione alla parità tra i sessi, prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni.


1 – Percorso di formazione per gli insegnanti dei nidi e della scuola dell’infanzia (0-3, 3-6 anni): “Educare al genere parlando, leggendo e giocando” – ottobre-novembre 2016

Percorso di educazione al genere attraverso la lingua, la letteratura e il gioco.

Le lezioni sono state tenute sia dalle docenti del Centro MeTRa, sia da esperte esterne.


2 – Ciclo di laboratori di lettura in biblioteca con bambin* e ragazz*, laboratori con genitori e neo-genitori, futuri insegnanti e operatori del Centro Donna e di altri servizi sociali del Comune di Forlì – aprile-maggio 2017

Laboratori differenziati in base al tipo di pubblico su stereotipi, anti-stereotipi, lingua, letteratura per l’infanzia, nuovi media, hate speech.

Le lezioni saranno tenute sia dalle docenti del Centro MeTRa, sia da esperte esterne.

Secondary Sidebar