Skip to content

Concorso “Traduttori in Erba” 2016/2017

Concorso “Traduttori in Erba” 2016/2017 published on

Il concorso Traduttori in Erba è nato con l’obiettivo di sviluppare una maggiore consapevolezza nei confronti delle attività di intermediazione linguistica e culturale svolte da bambini/e e ragazzi/e e sensibilizzare insegnanti, famiglie e allievi/e riguardo a un fenomeno che molto raramente riceve l’attenzione che merita. Il concorso vuole inoltre favorire il riconoscimento del valore e dell’importanza dell’attività svolta anche dai/lle bambini/e mediatori/trici italiani/e e di altre nazionalità a favore dell’integrazione.

Il concorso è aperto alle seguenti scuole del Comune di Forlì e comuni limitrofi:

  • SCUOLE PRIMARIE I CICLO (I, II) è richiesto alle/gli alunne/i di realizzare un disegno con didascalia.
  • SCUOLE PRIMARIE II CICLO (III, IV, V) è richiesto alle/gli alunne/i di realizzare un disegno con didascalia o un elaborato.
  • SCUOLE SECONDARIE I GRADO è richiesto un elaborato.

Per ulteriori informazioni e per scaricare il bando del concorso, si veda il sito http://www.inmediopueri.dipintra.it/concorsoTraduttoriInErba.htm

 

MeTra alla fiera di Bologna: Concorso di traduzione IN ALTRE PAROLE

MeTra alla fiera di Bologna: Concorso di traduzione IN ALTRE PAROLE published on

Giovedì 7 aprile, in occasione della Fiera del libro per ragazzi di Bologna, Roberta Pederzoli (DIT –Università di Bologna) e Mirella Piacentini (Traduttrice, Università di Milano e Padova) sono intervenute al Translators Café per parlare del concorso di traduzione IN ALTRE PAROLE, di cui erano le giurate per la lingua francese.

Roberta Pederzoli e Mirella Piacentini sono intervenute per presentare i risultati e la vincitrice del concorso IN ALTRE PAROLE 2016 avvenuta lo stesso giorno. La giuria ha selezionato Benedetta Fabbri come vincitrice del concorso  per la lingua francesecon le seguenti motivazioni: “Il premio viene assegnato per la capacità di restituire con creatività ed inventiva la vivacità del testo fonte. Ne risulta un testo brioso, che riesce in maniera convincente ad evocare il ritmo, il tono giocoso e la freschezza della pièce di Jean-Pierre Milovanoff”. 

Secondary Sidebar